CODICE CORSO: I-IN17 LINGUA:

Visualizzazione dei Dati in Stata

I nuovi sviluppi nel campo della visualizzazione (”data visualization”) permettono di rappresentare caratteristiche salienti dei dati in un formato grafico più accessibile, facile da capire e intuitivamente convincente, rispetto agli approcci standard utilizzati, per esempio, negli spreadsheet. L’obiettivo di questo corso è di offrire una panoramica degli strumenti disponibili in Stata per la visualizzazione dei dati. Il corso illustra non solo i vari comandi disponibili in Stata per creare grafici e schemi (“schemes”) avanzati, ma anche i criteri da seguire per la selezione del tipo di grafico più adatto alle particolari esigenze dell’analisi. Il corso si conclude con la presentazione di una serie di suggerimenti utili (“tips e tricks”) sul come meglio preparare i dati per produrre diversi possibili “schemes” e sulle potenzialità dell’utilizzo dei “layers” nei panel bivariati. Le applicazioni e gli esempi sono basati sia su opzioni e funzioni disponibili in Stata, sia su routines scritte dagli utenti che possono essere integrate in Stata.

Le lezioni saranno di tipo interattivo ed avranno contenuto prevalentemente applicato. I partecipanti sperimenteranno di volta in volta le tecniche apprese attraverso numerose applicazioni empiriche su dati reali svolte dalle proprie postazioni di calcolo sotto la guida del docente.

 

MATERIALI: I materiali del corso includono i lucidi con la parte teorica, i do-file e le banche dati per l’implementazione di tutte le applicazioni empiriche. Questo consentirà ad ogni partecipante di esercitarsi sui contenuti del corso, eseguendo autonomamente i file distribuiti.

Il corso è di interesse per tutti i professionisti o ricercatori che abbiano la necessità di realizzare grafici di alta qualità in Stata.

Dimestichezza nell’utilizzo del PC e conoscenza di base di Stata.

SESSIONE I

Logica ed elementi del comando graph:

sintassi

tipi di grafici

opzioni disponibili

Creazione di un grafico semplice

Comandi utili per la gestione dei grafici

Caricare, esportare, modificare e salvare i grafici

 

SESSIONE II: PERSONALIZZAZIONE DELLO STILE DI UN GRAFICO

Modificare i font, i colori, lo sfondo

Modificare i markers, gli assi e i titoli

Aggiungere i simboli, caselle di testo, note

Evidenziare osservazioni di importanza, come outliers

 

SESSIONE III: PROGETTARE GRAFICI COMPLESSI

Principi generali per la costruzione di un buon grafico

Grafici di distribuzione, di composizione, di correlazione

Realizzazione dei grafici per sotto campioni: by e sort

Grafici “sovrapposti” e uso avanzato degli “strati” nei grafici twoway

 

SESSIONE IV: PRODOTTI FINALI

Unire e combinare grafici

Come creare un report grafico (semi-)automatico per LaTeX

Comandi particolari scritti da utenti e trucchetti vari

Non sono inserite date in programma per l’anno in corso.

In caso di interesse sulle prossime edizioni, contattare la segreteria organizzativa scrivendo a formazione@tstat.it

 


L’iscrizione al corso dovrà avvenire tramite lo specifico modulo di registrazione e pervenire a TStat S.r.l. almeno 15 giorni prima dell’inizio del corso stesso. E’ possibile richiedere il modulo di registrazione compilando il seguente form oppure inviando una mail a formazione@tstat.it


NOME*


EMAIL*


OGGETTO


IL TUO MESSAGGIO


Termini e condizioni*
Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. n.196/2003 - Testo completo



I nuovi sviluppi nel campo della visualizzazione (”data visualization”) permettono di rappresentare caratteristiche salienti dei dati in un formato grafico più accessibile, facile da capire e intuitivamente convincente, rispetto agli approcci standard utilizzati, per esempio, negli spreadsheet. L’obiettivo di questo corso è di offrire una panoramica degli strumenti disponibili in Stata per la visualizzazione dei dati. Il corso illustra non solo i vari comandi disponibili in Stata per creare grafici e schemi (“schemes”) avanzati, ma anche i criteri da seguire per la selezione del tipo di grafico più adatto alle particolari esigenze dell’analisi. Il corso si conclude con la presentazione di una serie di suggerimenti utili (“tips e tricks”) sul come meglio preparare i dati per produrre diversi possibili “schemes” e sulle potenzialità dell’utilizzo dei “layers” nei panel bivariati. Le applicazioni e gli esempi sono basati sia su opzioni e funzioni disponibili in Stata, sia su routines scritte dagli utenti che possono essere integrate in Stata.