CODICE CORSO: I-EF17 LINGUA:

Valutazione delle Politiche in Presenza di “Confounders” Inosservabili: Instrumental Variables, Regression Discontinuity Design e Recenti Sviluppi del Difference-in-Differences

Questo corso si propone di fornire ai partecipanti strumenti microeconometrici più avanzati e di più recente sviluppo per la valutazione controfattuale dell’effetto delle politiche. Dopo una breve introduzione ai metodi tradizionali (Regression Adjustment, Matching e riponderazione probabilistica), verranno presentati e approfonditi metodi robusti alla presenza della cosiddetta “selezione sulle inosservabili”, situazione in cui i metodi tradizionali non permettono di identificare correttamente gli effetti ricercati. Il corso si focalizzerà quindi su metodi capaci di fronteggiare la possibile presenza di “confounders inosservabili”, quali l’approccio a Variabili-Strumentali, il Local Average Treatment Effect (LATE) e il Regression Discontinuity Design (RD). Inoltre, una speciale attenzione sarà dedicata ai recenti sviluppi del metodo Difference-in-Differences (DID) che – fin dai suoi primi sviluppi – è stato ampiamente utilizzato per rispondere alla presenza di eterogeneità inosservabile. Verrà quindi presentata una estensione dinamica del DID, utile per testare sia l’effetto pre- e post-intervento, che l’assunzione di “trend-parallelo”, e verrà poi introdotto il Synthetic Control Method (SCM) che – come ulteriore sviluppo del DID – sta recentemente avendo ampio utilizzo per l’analisi controfattuale delle politiche sia su dati meso (gruppi, città, regioni, ecc.) che su dati macro (paesi). Ai partecipanti verranno forniti gli strumenti per un corretto utilizzo dei comandi Stata per implementare tali metodi, che ognuno potrà successivamente utilizzare nel proprio specifico contesto di ricerca.

 

In linea con la nostra filosofia di formazione, le sessioni teoriche sono affiancate da illustrazioni pratiche ed esempi provenienti da diverse discipline sia sociali che biomediche, in cui il docente chiarisce le limitazioni e i punti di forza di ogni metodologia, nonché i criteri per la scelta e l’implementazione dello strumento di analisi statistica più appropriato per il problema oggetto di studio.

Il corso è di interesse per ricercatori e analisti in economia, medicina, e scienze sociali che desiderano acquisire gli strumenti necessari per condurre ricerche empiriche utilizzando i dati panel.

Conoscenza base delle metodologie di valutazione nel caso di “selezione sulle osservabili” (ovvero, approcci tradizionali) e familiarità con il software Stata.

 

SESSIONE I: VALUTAZIONE ECONOMETRICA CONTROFATTUALE DELLE POLITICHE E METODI CLASSICI

Concetto di causalità controfattuale
Disegno sperimentale, quasi-sperimentale e non-sperimentale
Campionamento non randomizzato: selezione sulle osservabili e sulle inosservabili
Nozione di treatment effect: tipi di effetto, eterogeneità e risultato potenziale
Notazione ed ipotesi di lavoro: SUTVA, CIA e CMI
Stimatore di Regression Adjustment
Stimatore di Matching
Stimatore di Reweighting

 

SESSIONE II: STIMATORE HECKIT E A “VARIABILI STRUMENTALI”

Stimatori a Variabili-Strumentali: 2SLS, PROBIT-2SLS, PROBIT-OLS
Stimatore LATE: effetto di trattamento medio “locale”
Stimatore Heckit (Modello di Selezione di Heckman)

Esercitazione I: implementazione su dati reali e descrizione dei comandi Stata: ivregress, gmm, treatreg, ivtreatreg

 

SESSIONE III: REGRESSION DISCONTINUITY DESIGN (RD)

Stimatore RD: definizioni e setting statistico
Sharp-RD: definizione, analisi e stima
Fuzzy-RD: definizione, analisi e stima

Esercitazione II: implementazione su dati reali e descrizione dei comandi/routine Stata opportuni

 

SESSIONE IV: RECENTI SVILUPPI DEL DIFFERENCE-IN- DIFFERENCES (DID)

Stimatore DID: caso longitudinale
Il problema del “trend comune”
Analisi dinamica dell’effetto pre- e post-intervento con il Dynamic-DID (DDID)
Lo stimatore SCM: approccio parametrico e non-parametrico
Placebo test

Esercitazione III: Uno studio applicato utilizzando i comandi synth, npsynth

Il corso si propone di fornire ai partecipanti strumenti microeconometrici più avanzati e di più recente sviluppo per la valutazione controfattuale dell’effetto delle politiche.