CODICE CORSO: I-EF20 LINGUA:

Analisi Esplorativa dei Dati Spaziali

L’obiettivo del corso è offrire un’introduzione alla logica e alla pratica dell’analisi esplorativa dei dati spaziali mediante il software Stata. Dop una breve presentazione delle caratteristiche peculiari dei dati spaziali e di ciò che esse comportano per la loro analisi, il corso si incentra sulle seguenti tematiche: visualizzazione (tramite mappe) dei fenomeni spaziali; calcolo del rischio di osservare un certo evento di interesse; cluster spaziali. Ciascun argomento è illustrato con l’ausilio di comandi specifici sviluppati per Stata dagli utenti.

In linea con la filosofia generale dei nostri corsi di formazione, le lezioni saranno molto interattive e avranno contenuto prevalentemente applicato. Le lezioni includeranno numerose applicazioni empiriche su dati provenienti da diverse discipline. I partecipanti potranno sperimentare le tecniche apprese attraverso esercitazioni svolte dalle proprie postazioni di calcolo sotto la guida del docente.

Il corso è destinato a ricercatori e operatori di ogni settore di attività, pubblico o privato, interessati ad applicare i principali strumenti statistici per l’analisi esplorativa di dati spaziali e a interpretarne correttamente i risultati.

 

Una conoscenza della statistica di base (distribuzioni di variabili, indici di posizione, indici di dispersione) e del software Stata è consigliabile.

SESSIONE I: I Dati Spaziali

Cosa sono i dati spaziali

Tipi di dati spaziali

La contiguità spaziale

Matrici di ponderazione spaziale

Il comando spatwmat

 

SESSIONE II: La Rappresentazione Grafica dei Fenomeni Spaziali

Cartografia e GIS

Introduzione alla cartografia tematica

Il comando spmap

Stime kernel delle funzioni di densità e di probabilità

I comandi spgrid e spkde

Rappresentazione grafica delle funzioni di densità e probabilità mediante spmap

 

SESSIONE III: Autocorrelazione e Cluster Spaziali

Autocorrelazione globale e locale

Indici di autocorrelazione spaziale globale e correlogramma spaziale

I comandi spatgsa e spatcorr

Indici di autocorrelazione spaziale locale e Moran scatterplot

Il comando spatlsa

Cluster spaziali

 

SESSIONE IV: Conclusione

Breve panoramica delle tecniche avanzate di analisi dei dati spaziali

Potenzialità e limiti dell’analisi spaziale

 

TESTI UTILI

• Pisati, M – 2001, “Tools for spatial data analysis”, Stata Technical Bulletin, 10, pp. 21-37
• Haining, R. – 2003, Spatial Data Analysis: Theory and Practice, Cambridge, Cambridge University Press.
• Pfeiffer, D. et al. 2008, Spatial Analysis in Epidemiology, Oxford, Oxford University Press.

L’obiettivo del corso è di offrire un’introduzione alla logica e alla pratica dell’analisi esplorativa dei dati spaziali mediante il software Stata. Dopo una breve presentazione delle caratteristiche peculiari dei dati spaziali e di ciò che esse comportano per la loro analisi, il corso si incentra sulle seguenti tematiche: visualizzazione (tramite mappe) dei fenomeni spaziali; calcolo del rischio di osservare un certo evento di interesse; cluster spaziali. Ciascun argomento è illustrato con l’ausilio di comandi specifici sviluppati per Stata dagli utenti.